Il Birrificio Messina rinasce grazie anche al fondo microcredito del M5S

0

Gli ex lavoratori lice1394890014459.JPG--nziati hanno coraggiosamente investito i propri risparmi, il TFR, nonché una somma di denaro donata dal M5S e così si può tornare a produrre dando fiducia e solidarietà a dei padri di famiglia che si sono rimboccati le maniche per mantenere il lavoro.

La vertenza. Nel 2011 chiuse lo stabilimento Triscele che aveva preso il posto della Birra Messina, per un secolo l’unico birrificio della Sicilia. Dopo una difficile vertenza, durante la quale ci furono momenti di tensione e per un anno i dipendenti tennero un presidio fisso accanto l’ex stabilimento, quindici dei quaranta operai decisero di investire i propri risparmi per continuare la produzione della birra. In seguito, i messinesi, apprezzando la loro forza di volontà, hanno donato al Birrificio Messina sessantamila euro e la Regione Sicilia ha fornito due capannoni abbandonati nell’area Asi.

Microcredito. Il Birrificio Messina è anche tra le aziende che hanno usufruito del fondo microcredito istituito dal Movimento Cinque Stelle, con una parte degli stipendi dei deputati dell’Ars. Le somme messe a disposizione dei deputati del M5S per questo e altri progetti in Sicilia servono come garanzia per l’erogazione di fondi Jeremie e dei capitali messi a disposizione da Banca etica. Dopo aver rimesso a posto le due strutture e acquistate le attrezzature necessarie a produrre la bevanda, i lavoratori si sono attivati per preparare le nuove birre, seguendo la tradizione ma anche innovando.

Oggi hanno realizzato il loro sogno: produrre da soli delle birre doc messinesi. Ad agosto verranno prodotte la Doc 15, la Cruda Doc 15, e la Birra dello Stretto. Ora saranno per tutti, gli operai imprenditori del Birrificio Messina.

Aiutiamo il nuovo birrificio MESSINA comprando la birra che produrranno. Inizialmente la vendita verrà attuata a domicilio. Basterà contattarli per ordinare il quantitativo di birra che verrà consegnata personalmente, non solo per i privati ma, soprattutto, per gli esercizi commerciali ed i locali che aderiranno all’iniziativa.
Incrementiamo l’economia locale per la creazione di nuovi posti di lavoro attraverso il consumo dei prodotti della nostra terra.

Share.